odissea-delle-alternative-23-ottobre-porto-torres

All’avvicinarsi della COP22, diverse decine di organizzazioni e movimenti popolari d’Africa e d’Europa hanno dato vita ad un’iniziativa di condivisione: l’Odissea delle Alternative Ibn Battûta.

Dal 19 Ottobre al 10 Novembre 2016,  una coppia di imbarcazioni solcherà il mare collegando sei tappe, dalla Spagna fino al Marocco, passando per la Francia, l’Italia, la Tunisia e l’Algeria. Queste tappe porteranno nuove energie in questi luoghi,  condividendo soluzioni ai problemi di oggi e amplificando la voce di chi immagina un futuro diverso.

L’Odissea attraccherà il 23 ottobre a Porto Torres, accendendo i riflettori su una realtà purtroppo costretta a un pesante cambiamento climatico e a una devastante crisi ambientale.

In tutti i paesi di approdo della flottiglia si stanno formando comitati ad hoc per l’accoglienza, che vedono lavorare insieme organizzazioni impegnate su tanti temi diversi, associazioni, movimenti di base e comunitari e sindacati. In ogni porto di arrivo si tengono forum, eventi, manifestazioni, per condividere soluzioni e tempo.

La manifestazione di Porto Torres si svolgerà nei locali del Museo del Porto a partire dalle ore 16. Ci sarà una sessione di sviluppo dei temi legati all’emergenza climatica e alle migrazioni, la proiezione di un drammatico documentario sui respingimenti in mare, una vitale parata migrante per le vie del porto e un aperitivo multietnico, il tutto en attendant gli equipaggi che attraccheranno caricando a bordi omaggi e beni di conforto per affrontare la successiva tappa verso la Tunisia.